Ancestral, una mostra di arte etnografica indigena

ANCESTRAL è una interessante esposizione d’arte etnografica, un suggestivo spazio che mostra raffigurazioni simboliche, oggetti rituali, idoli sacri e rare testimonianze appartenenti alla cultura spirituale degli ultimi abitanti indigeni delle foreste pluviali, isole e montagne del pianeta.

ANCESTRAL trasmette un’ampia pluralità etnica e rievoca idee trascendentali attraverso il linguaggio universale dell’arte, dei suoni e del culto Sciamanico, al di là della visione eurocentrista o della concezione puramente estetica delle opere.

Più di 100 oggetti provenienti dai cinque continenti ed oltre 500 anni di storia. Dalle comunità andine ed amazzoniche del Sud America alle tribù della savana africana e della giungla del Sulawesi; dalle zone montagnose di Papua Nuova Guinea, foreste del Borneo ed isole del Sud Pacifico fino alle dimore del popolo Maya e dell’etnia Taino che incontrò Colombo.

Cosmovisione originaria, totems di potere, amuleti protettivi, mito, leggenda o superstizione? Il culto degli antenati e le antiche credenze animiste accompagnano da sempre l’umanità. Gli Dei primigeni del pantheon tribale sono ancora rispettati ed invocati da milioni di persone con riti ancestrali e cerimonie.

La mostra celebra i 20 anni di impegno di www.sangredeamerica.org un’organizzazione no-profit creata da un gruppo di persone tra cui scrittori, antropologi, musicisti, intellettuali e gente comune, motivati dalla necessità di promuovere una coscienza a livello internazionale sul reale rischio di estinzione degli ultimi guardiani della natura: le popolazioni indigene.

Il documentarista venezuelano H.Antoni Carvajal spiega che l’iniziativa diffonde il valore delle tradizioni rurali che continuano ad essere annientate dall’odierno progresso, innalza la cultura nativa, l’importanza dello stile di vita tradizionale e la visione spirituale dei popoli originari per la protezione della terra.

ANCESTRAL abbraccia con sensibilità le tradizioni autoctone più remote trasformando il sincretismo culturale in un elemento di unione. Un viaggio nei luoghi più lontani del mondo alla ricerca dell’arte primordiale, l’enigma mistico a cui si ispirano le colte filosofie del passato.

Al progetto contribuiscono studiosi di filosofia indigena, musicisti tradizionali, promotori di pace ed organizzazioni che, come sangredeamerica.org, promuovono l’autodeterminazione delle popolazioni originarie in via d’estinzione e l’importanza del loro
stile di vita tradizionale.

INFORMAZIONI SULLA MOSTRA
Quando: dal 17 Aprile all’8 Maggio 2013
Dove: Museo D’Arte e Scienza, Piazza Castello, Milano

The following two tabs change content below.
Sono una Web Content Editor freelance. Mi occupo di contenuti per i media (TV e Web) dal 2000. Dopo aver lavorato per alcuni anni in redazioni di società di produzione televisiva e Web Agency, ho deciso di spiccare il volo con un’attività tutta mia. Le mie più grandi passioni oltre l'ecologia? Il Web, la scrittura e la Spagna.

Ultimi post di Evelyn Baleani (vedi tutti)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *